COME FUNZIONA?

Il tirocinio formativo è un occasione per inserire persone meritevoli in attività di lavoro adatte a loro, attraverso la formazione personale.

I TIROCINANTI

- Maggiorenni o minorenni, purché diplomati o qualificati- Persone con o senza titolo di studio (diploma/ laurea/qualifica)- Status occupazionale: non occupati e occupati- Sono previste particolari condizioni per i tirocini attivati con persone svantaggiate e/o disabili .- Le persone abilitate o qualificate non possono attivare un tirocinio nello stesso ambito professionale.

L'IMPIEGO:

- Sono valide tutte le attività lavorative con finalità formative previste nell'orario di attività aziendale, incluse le attività turistiche e stagionali .- Non è possibile attivare tirocini nelle professioni a chi è già qualificato o abilitato per la stessa professione.- Non è possibile attivare un tirocinio a persone che:- hanno lavorato negli ultimi 2 anni in azienda, con qualunque contratto ad eccezione del lavoro accessorio;- hanno già svolto un tirocinio nel la stessa azienda

IL NUMERO DI TIROCINI ATTIVABILI PER AZIENDA:

- Da 1 a 5 lavoratori: 1 tirocinante- Da 6 a 20 lavoratori: 2 tirocinanti- Oltre 30 lavoratori: quota max 10% dei lavoratori- Premialità: per ogni tirocinante assunto con contratto a tempo indeterminato, apprendistato o determinato (min.6 mesi ), negli ultimi 24 mesi , l'azienda può attivare un ulteriore tirocinio, fino a un massimo di 4 persone.

LA DURATA DEL TIROCINIO:

- Durata standard: da 2 a 6 mesi- Attività stagionali: da 1 a 6 mesi- Persone svantaggiate: fino a 12 mesi- Persone disabili (legge 68/99): fino a 22 mesi- Possibilità di proroga entro il limite massimo del tirocinio

SOSPENSIONE:

- Il tirocinio può essere sospeso:- in caso di malattia, maternità, infortunio del tirocinante per periodi superiori a 30 gg;- per chiusure aziendali (a discrezione dell'azienda) per periodi superiori ai 15 gg.

INDENNITA':

L'azienda deve riconoscere al tirocinante una indennità minima mensile pari a 450 euro. L'indennità deve essere riconosciuta al 100% a fronte almeno del 70% del le presenze. Ai tirocinanti percettori di forme di sostegno al reddito, in assenza di lavoro, l 'azienda ospitante ha la facoltà di erogare l' indennità cumulabile con l'ammortizzatore anche oltre i 450 euro. Al tirocinante percettore e titolare di un contratto non è dovuta l'indennità o comunque fino al la concorrenza dell'indennità minima.

Condividi questa pagina