ACCOGLIENZA DEL CLIENTE E CUSTOMER EXPERIENCE - EBURT


Corsi Finanziati per Aziende


Area di Competenza: Amministrazione e controllo d'impresa

Tipologia: Frequenza

Durata (ore): 8

N° incontri: 2

Costo: Gratuito per i dipendenti delle aziende aderenti ad EBURT

Sede: Parma (PR)

Giorni e Orari: Programmazione a partire da giugno 2022

Frequenza: 70 %

Richiedi Informazioni

Descrizione:

Qual è il segreto per soddisfare i clienti al ristorante e invogliarli a tornare? Semplicemente, renderli felici.

È la Customer Experience che offre il locale l’ingrediente che fa la differenza, quello che attrae nuovi clienti e fidelizza quelli che già si sono acquisiti.

La customer experience è il modo in cui i clienti valutano l’azienda, l’offerta, nel momento in cui entrano in contatto con il ristoratore o interagiscono con il brand, on e offline.

È l’esperienza (in alcuni casi, l’aspettativa di esperienza) che le persone vivono all’interno del ristorante, dalla quale scaturisce un altro concetto chiave, la customer satisfaction.

La valutazione della "Customer satisfaction" nel settore della ristorazione e del turismo è un tema complesso, che necessita un approccio diversificato e multidisciplinare. Innanzitutto è bene chiarire che cosa si intende quando si parla di Customer satisfaction. Con questo termine ci si riferisce alla soddisfazione che un utente o cliente 'ottiene” dall'utilizzo di un bene o dalla fruizione di un servizio. Si basa principalmente sulla valutazione del rapporto qualità/prezzo, rapporto dove solo il "prezzo" è un dato certo, concreto e soggettivo, mentre l'elemento "qualità" deriva da un insieme di considerazioni e di punti di vista che sono spesso soggettivi.

Sebbene lo studio della Customer satisfaction non sia certamente un concetto nuovo, in quanto costituisce un tema di fondo della disciplina del marketing, quello che è cambiato negli ultimi decenni è la criticità assunta da questa tematica, che spesso viene addirittura considerata uno dei principali elementi di valutazione per stimare  il successo di un'azienda.

La ristorazione è un ambito peculiare anche per quanto riguarda la soddisfazione del cliente poiché non si tratta di una semplice rivendita di prodotti e sempre più spesso la qualità del cibo non è più l'unico criterio di scelta. Il consumo alimentare ha subito un importante evoluzione e cambiamento negli ultimi anni e il consumatore di oggi manifesta una domanda sempre più differenziata ed effettua scelte che a volte possono basarsi su criteri contrastanti.

Obiettivi:

Il progetto mira a formare personale qualificato per bar, ristoranti e pizzerie, che accolga il cliente in modo ospitale ed educato, facendolo sentire "coccolato e a proprio agio”: chi si trova bene in un posto, ci torna. E più si trova bene, più spesso torna.

Nella società attuale, occorre analizzare che, oltre ai due fattori che da sempre determinano la domanda di consumo alimentare, cioè il reddito e il prezzo, si aggiungono, alcune importanti variabili legate ai "nuovi” stili di vita, come ad esempio il tempo libero da dedicare alla preparazione dei cibi.

 

Attraverso il percorso, si analizzeranno le modalità corrette per mantenere uno standard di qualità medio alto.

Contenuti:

Per capire come arrivare a soddisfare i clienti pienamente, verranno analizzati i concetti chiave pratici che possono condurre a questo risultato:

 

1Accoglienza

I clienti vogliono una cordiale e sincera accoglienza. Se sono clienti fedeli, vogliono percepire che il ristoratore è contento di rivederli dopo la loro assenza. L’accoglienza non può essere standardizzata ma va calibrata, personalizzata. Offrire una calorosa e sincera accoglienza è il miglior modo per preparare i clienti a provare quella piacevole esperienza che solo quel locale sa offrire.

2. Adattamento

Il personale di sala deve riconoscere il tipo di cliente, se è un nuovo ospite. Quando lo accoglie, deve capire il tipo di persona che ha davanti per poi assumere il giusto atteggiamento e condurre naturalmente il cliente a spendere.

3Relazione

La relazione è la miglior forma di intrattenimento, di soddisfazione e di fidelizzazione.

Creare e mantenere una relazione richiede molto tempo ma rappresenta una delle più valide strategie per soddisfare i clienti al ristorante e far crescere il vostro business.

4. Qualità

Non è facile soddisfare un cliente. E il mercato della ristorazione è troppo affollato per avere un menù scadente. Se non si ha un prodotto valido, non conviene investire. Tutto comincia da quello che si offre ai propri clienti: gli ingredienti sono di qualità? Vengono curati i dettagli dell’offerta? Quanto tempo si dedica all’impiattamento e alla presentazione? Se si riesce a coniugare appeal e qualità, si è già a metà del viaggio.

5. Servizio

Il prodotto offerto al mercato si completa con il servizio. È necessario fare in modo che il personale si abitui a supervisionare la sala, in modo che tutta proceda bene. Deve essere in grado di intervenire tempestivamente (o quantomeno, in tempi ragionevoli) in caso di necessità di qualcosa da parte del cliente.

Formare gli addetti ai lavori del proprio locale, tutti quanti, è molto importante per educarli al modo in cui devono presentarsi e presentare il locale stesso, per far loro capire come rappresentare il proprio brand, come relazionarsi con i clienti, come risolvere eventuali crisi.

6. Errori più comuni da evitare

Il tempo di attesa, poca preparazione del personale sul menu proposto, livello di qualità del servizio offerto.

E soprattutto, è importante informare sul menù: spesso i clienti lamentano un personale poco preparato sui piatti offerti, bisogna quindi usare tutti gli strumenti a disposizione per formarlo, dalle schede prodotto alle riunioni settimanali o periodiche

Destinatari:

Dipendenti del settore turismo nelle aziende aderenti EBURT.


Nel caso di aziende non aderenti e interessate ai corsi, è possibile aderire in qualsiasi momento, prima della partenza del corso.


Per info e iscrizioni contattare:
Federica Zancanaro 
tel. 0521/1961871
mail f.zancanaro@360lifeformazione.it

Condividi questa pagina